Xenofemminismo

NERO EDITIONS
Collana Not

Autore: Helen Hester
Titolo:
Xenofemminismo
Pagine:
170
Traduzione:
Clara Ciccioni
Uscita:
dicembre 2018

Euro 15,00 12,75


PRENOTA

In un’epoca fatta di accelerazione tecnologica e crescente complessità, come tornare a immaginare il potenziale emancipatore del femminismo? E in che modo possiamo riconfigurare le politiche di genere in un mondo trasformato da automazione, globalizzazione e rivoluzione digitale?

Sono queste le domande da cui parte Helen Hester, tra le fondatrici di Laboria Cuboniks, il collettivo a cui già si deve l’acclamato Manifesto xenofemminista. In questo nuovo libro, che è assieme prosecuzione e superamento del manifesto originario, Hester sviluppa una definizione dello xenofemminismo che prende le mosse da tre concetti chiave: tecnomaterialismo, antinaturalismo, e abolizionismo del genere. Hester ne sviluppa gli spunti mettendoli in relazione alle tecnologie riproduttive attuali, interrogando il rapporto tra riproduzione e futurità – ma evitando di cadere in un antinatalismo problematico – per infine concentrarsi sui possibili impieghi di vere e proprie tecnologie xenofemministe, anche a partire da esempi già appartenenti alle pratiche del femminismo storico e che possono essere rivisitati ai fini di una politica di genere orientata al futuro e a modelli alternativi di riproduzione.

Elettrizzante e visionario, Xenofemminismo è la guida essenziale a una delle più stimolanti tendenze del femminismo contemporaneo.

Helen Hester insegna teoria dei media e della comunicazione alla University of West London. Fondatrice del collettivo Laboria Cuboniks, nel 2015 è stata tra le autrici del Manifesto Xenofemminista, già tradotto in dodici lingue.

«Il postfemminismo è finito: è l’ora dello xenofemminismo! Spietato, diretto, senza compromessi: l’anello mancante tra il femminismo radicale degli anni Settanta e le attuali strategie emancipatorie della cultura cyborg, trans e queer. Amatelo, odiatelo, ma leggetelo assolutamente.»
Paul B. Preciado

«Lo xenofemminismo va oltre la semplice rivendicazione della parità di genere, per anticipare un mondo in cui le differenze proliferano all’infinito.»
The New Humanist

«Helen Hester punta dritta al futuro. Il suo impatto si farà sentire a lungo.»
DIVA